Gastrobase.it
Xagena Mappa
Gastroenterologia Xagena
Xagena Newsletter

Uno studio in aperto, di fase III ha valutato se Sunitinib ( Sutent ) fosse superiore o equivalente a Sorafenib ( Nexavar ) nel carcinoma epatocellulare. I pazienti sono stati stratificati e assegn ...


Rifaximina ( Normix ) è un agente antimicrobico orale selettivo per l’intestino che ha dimostrato di ridurre la recidiva di encefalopatia epatica conclamata e i ricoveri ad essa correlati in uno studi ...


Lanreotide ( Somatuline ) a lunga durata d’azione a 120 mg ogni 4 settimane riduce il volume del fegato nei pazienti con malattia del fegato policistico. Gli studi sugli animali hanno dimostrato che ...


La durata ottimale del trattamento con analogo nucleosidico o nucleotidico ( Nuc ) nei pazienti con antigene ( HBeAg )-negativi ed infezione cronica da virus dell'epatite B ( HBV ) è sconosciuta. ...


L'osteoporosi con conseguente fratture ossee è una complicanza nei pazienti con cirrosi biliare primaria. Alendronato una volta alla settimana migliora la massa ossea ed è ben tollerato in questi pa ...


La risposta biochimica all’Acido Ursodesossicolico ( UDCA; Ursacol ) nella cirrosi biliare primaria è un forte predittore di esito a lungo termine e facilita quindi la rapida identificazione dei pazie ...


L’infezione cronica da virus dell'epatite B ( HBV ) porta a cirrosi e carcinoma epatocellulare. I farmaci antivirali riducono lo sviluppo del epatocarcinoma, ma agenti come la Lamivudina ( Zeffix ) ha ...


La prognosi post-operatoria del carcinoma epatocellulare associato al virus dell’epatite B ( HBV ) non è favorevole.L’effetto del trattamento con analoghi nucleotidici / nucleosidici sulla prognosi no ...


La tripla terapia è risultata efficace in una coorte di pazienti sottoposti a trapianto di fegato con recidiva di epatite C, nonostante l’alta incidenza di reazioni avverse.In Francia, uno studio di c ...


I pazienti che hanno subito trapianto di fegato potrebbero essere eccessivamente immunosoppressi dato che le raccomandazioni per le concentrazioni minima di Tacrolimus ( Protopic ) entro 4-6 settimane ...


L'attuale trattamento standard per il carcinoma epatocellulare è rappresentato da Sorafenib ( Nexavar ). Questo farmaco è efficace, ma generalmente non induce riduzione del tumore, e sono ancora neces ...


Le associazioni tra diabete mellito, fumo, obesità e rischio di colangiocarcinoma intraepatico non sono ben definite. La Metformina ( Glucophage ) è presumibilmente associata a un ridotto rischio di v ...


La maggior parte dei pazienti con infezione da virus della epatite C cronica ( HCV ), ineleggibili o non-responder alla terapia a base di Interferone, possono trarre beneficio dalla terapia con Daclat ...


L’encefalopatia epatica è associata a prognosi infausta nella cirrosi. I farmaci utilizzati nel trattamento della encefalopatia epatica sono diretti principalmente a ridurre i livelli di ammoniaca n ...


Nei pazienti con co-infezione da virus della immunodeficienza umana ( HIV ) e virus della epatite C ( HCV ), la clearance sostenuta di HCV RNA dopo un ciclo di trattamento antivirale è risultato esser ...