Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

La steatoepatite non-alcolica ( NASH ) è caratterizzata da steatosi epatica, infiammazione, danno epatocellulare e fibrosi epatica progressiva. Resmetirom è un agonista del beta-recettore dell'ormon ...


La steatoepatite non-alcolica ( NASH ) è un tipo comune di malattia epatica cronica che può portare alla cirrosi. L'Acido Obeticolico ( Ocaliva ), un agonista del recettore farnesoide X, ha dimostra ...


La chemioterapia citotossica è generalmente inefficace nei pazienti con carcinoma epatocellulare. È stata valutata la perfusione endovenosa di nanoparticelle caricate con Doxorubicina nei pazienti c ...


Uno studio ha valutato l'efficacia e la sicurezza a lungo termine dell'Acido Obeticolico ( Ocaliva ) per i pazienti con colangite biliare primaria utilizzando dati intermedi a 3 anni dall'estensione i ...


La colestasi intraepatica della gravidanza, caratterizzata da prurito materno e aumento delle concentrazioni sieriche di acido biliare, è associata a un aumento dei tassi di nati morti, parto pretermi ...


Lo scompenso clinico della cirrosi è associato a prognosi sfavorevole. L’ipertensione portale clinicamente significativa ( CSPH ), definita da un gradiente di pressione venosa epatica ( HVPG ) maggior ...


La terapia con statine e Azatioprina per i pazienti con colangite sclerosante primaria ( PSC ) ha diminuito i rischi di mortalità e trapianto di fegato, mentre l'esposizione all'Acido Ursodesossicolic ...


Nuovi dati sulla steatoepatite non-alcolica ( NASH ) sono stati presentati all'International Liver Congress a Vienna. I dati supportano lo sviluppo di terapie combinate in grado di agire su diversi b ...


L'Acido Obeticolico ( Ocaliva ) ha prodotto effetti antifibrotici in modo dose-dipendente in un ampio studio prospettico di pazienti con steatoepatite non-alcolica ( NASH ). Sono stati presentati ...


Pegbelfermin, un analogo del fattore 21 di crescita dei fibroblasti ( FGF21 ) umani PEGilato, ha dimostrato in precedenza di migliorare i marcatori del metabolismo e della fibrosi epatica nei pazienti ...


Il trattamento anticoagulante ha condotto in modo sicuro ed efficace alla ricanalizzazione parziale o completa del sistema venoso portale in più della metà dei pazienti con cirrosi. La trombosi ven ...


I pazienti con carcinoma epatocellulare che mostrano invasione vascolare macroscopica hanno una prognosi infausta. Sorafenib ( Nexavar ) è l'unica opzione di trattamento per questi pazienti, con risp ...


I risultati di studi su piccola scala hanno suggerito che la terapia con cellule staminali è sicura ed efficace nei pazienti con cirrosi epatica, ma non sono stati condotti studi controllati randomizz ...


Orantinib è un inibitore multi-chinasi orale. È stata valutata l'efficacia di Orantinib combinato con chemioembolizzazione arteriosa transcatetere convenzionale ( cTACE ) in pazienti con carcinom ...


Ci sono poche evidenze sull'efficacia della somministrazione di Albumina umana a lungo termine nei pazienti con cirrosi scompensata. Lo studio ANSWER ( Albumin for the treatmeNt of aScites in patient ...