Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Infezione da virus dell'epatite C e rischio di cancro


L’infezione da virus dell'epatite C ( HCV ) è associata ad un aumentato rischio di tumore primario del fegato; tuttavia mancano stime di rischio a 5 e a 10 anni.
L'associazione tra virus HCV e linfoma non-Hodgkin ( NHL ) è incerta e l'associazione con altri tipi di tumore non è nota.

Ricercatori danesi hanno condotto uno studio di coorte basato sulla popolazione su 4.349 pazienti con infezione da HCV in Danimarca.

E’ stato osservato un aumento del rischio di cancro primario al fegato ( rapporto di incidenza standardizzato, SIR: 76.63 ), di linfoma non-Hodgkin ( SIR: 1.89 ), e di diversi tumori correlati al fumo e all’alcol nei pazienti con infezione da HCV senza coinfezione da HIV.

I pazienti infettati con virus senza co-infezione da HIV hanno presentato un rischio di sviluppare un tumore del 6.3%, e un rischio di sviluppare un tumore primario del fegato in 10 anni del 2%.

Lo studio ha confermato l'associazione tra infezione da virus dell’epatite-C e tumore primario del fegato e linfoma non-Hodgkin. E’ stata anche osservata un'associazione tra infezione da HCV e tumori alcol e fumo correlati. ( Xagena2010 )

Omland LH et al, Clin Epidemiol 2010; 2:179-186

Gastro2010 Inf2010 Onco2010 Emo2010



Indietro