Colifagina S
Gastrobase.it
Xagena Mappa
Gastroenterologia Xagena

Efficacia di Telaprevir nel trattamento della epatite C genotipo 1


Il farmaco Telaprevir ( Incivek; in Italia: Incivo ) fornisce un notevole miglioramento nel trattamento della forma più comune di infezione da epatite C.

I risultati dello studio ADVANCE hanno dimostrato che Telaprevir in combinazione con la terapia standard ( Interferone peghilato e Ribavirina ) è in grado di produrre risposte nel 75% dei pazienti trattati rispetto al 44% dei pazienti che hanno ricevuto la terapia standard da sola.

Inoltre, il 90% di quasi il 60% dei pazienti trattati con Telaprevir che avevano livelli virali non-rilevabili alle settimane 4 e 12 di trattamento, e che erano eleggibili per un trattamento totale di 24 settimane ( metà del tempo rispetto al trattamento standard ), sono stati dichiarati guariti.

Negli Stati Uniti più di 3 milioni di persone sono affette da infezione cronica da virus dell'epatite C. L'infezione, che è solitamente trasmessa attraverso il sangue, ha come organo target il fegato.
L’infiammazione persistente può portare a danni al fegato, cirrosi o insufficienza d’organo.
Il trattamento per sradicare il virus risulta spesso inefficace.

Telaprevir, un inibitore della proteasi, agisce direttamente sul virus dell’epatite C ( HCV ).
Telaprevir è efficace contro il genotipo 1 di HCV, che è responsabile per quasi tre quarti di tutte le infezioni da epatite C negli Stati Uniti ed è anche il genotipo predominante in Europa.

Nello studio ADVANCE, 1.088 pazienti non-trattati con diagnosi di HCV genotipo 1, sono stati assegnati ad uno di tre bracci di trattamento: la terapia standard per 48 settimane, oppure Telaprevir in combinazione con la terapia standard per 8 o per 12 settimane, seguita da sola terapia standard per un trattamento della durata totale di 24 o 48 settimane.

I ricercatori hanno scoperto che la risposta virologica sostenuta si è verificata in modo significativo in più pazienti trattati per 12 settimane ( 75% ) o 8 settimane ( 69% ) con Telaprevir rispetto alla sola terapia standard ( 44% ).
In generale, il 58% dei pazienti trattati con Telaprevir ha ricevuto 24 settimane di trattamento totale.

Ci sono stati sostanziali benefici di Telaprevir nei sottogruppi di pazienti che non hanno risposto generalmente bene alla terapia standard.
Ad esempio, il 62% dei pazienti afro-americani è risultato responder al trattamento con Telaprevir, rispetto al 25% degli afro-americani trattati con terapia standard. Inoltre, il 62% dei pazienti con cirrosi epatica avanzata ha raggiunto una soppressione virale con Telaprevir rispetto al 33% dei pazienti in terapia standard.( Xagena2011 )

Fonte: New England Journal of Medicine, 2011


Gastro2011 Inf2001 Farma2011


Indietro